SOGNO ERGO SUM: IL MONDO ONIRICO DI ANDREA FERRERO

Di Paola Desiderato

Tempo di lettura: 2:30 minuti.

Il 14 settembre presso lo spazio espositivo Le Sognatrici in Via Garibaldi 74 a Cagliari, verrà inaugurata la mostra personale del pittore Andrea Ferrero.

Questa mostra dal titolo “Sogno ergo sum: il mondo onirico di Andrea Ferrero” curata da Laura Lanzi, storica dell’arte, intende raccontare l’animo artistico e sensibile di un uomo che ha percorso molte strade nella sua vita, ma che ha trovato nell’arte lo strumento ideale per comunicare se stesso, la sua malattia (la retinite pigmentosa) ed i suoi sogni. Prendiamo spunto proprio dalle parole della curatrice per raccontarvi ed invitarvi a visitare questa mostra.

Il mondo di Andrea Ferrero è alimentato dai sogni e da una straordinaria potenza comunicativa. Era il 1998 quando gli fu diagnosticata la retinite pigmentosa, patologia degenerativa che ha certamente dato una svolta alla vita di un ragazzo dal carattere forte e acceso, come i colori che anni dopo sono esplosi nei suoi lavori creativi.

La retinite non ha cambiato la sua vita. Lo ha portato a ripensarla, forse a reinterpretarla come un quadro che ritrae uno scorcio che tanto amiamo ed emoziona, sia illuminato dai più caldi raggi di sole che sotto un cielo nuvoloso ma non per questo meno evocativo.

Vele al tramonto, A. Ferrero.

L’approccio all’arte da non vedente avviene nel 2016, quando in lui nacque la curiosità di indagare oltre le barriere dell’accessibilità museale. La tela è il supporto prescelto, il più tradizionale e conosciuto campo bianco su cui esprimere l’estro creativo e ogni singola sfumatura della propria personalità. Decide di accorciare la distanza con la tela, mette da parte il pennello e lascia che siano le mani, intrise principalmente di colori a olio, a imprimere sul supporto la bellezza del suo mondo interiore.

Un’emozione così forte, quella delle mani, suggellata con l’avvio di un filone tematico ad esse dedicato. Il lavoro di Andrea si spinge oltre le sensazioni scaturite dal tatto. Viaggia lungo i binari della ricerca e si condensa nell’analisi del colore, anch’esso divenuto tema imprescindibile della produzione artistica, che in alcuni dipinti diventa espressione stessa del suo vedere.
Alle sue nature morte, che spuntano timidamente fra i suoi lavori, spetta il compito di far rivivere le emozioni del passato, sondare l’archivio dei ricordi e farli dialogare in oggetti privi di vita.
La caducità della vita affrontata secondo il linguaggio colorito, ironico, fanciullesco ma riflessivo, come lo stesso artista ama definirsi.

Laura Lanzi, la curatrice.
Le Sarde, A. Ferrero.

Sogno Ergo Sum: il mondo onirico di Andrea Ferrero

Inaugurazione 14 settembre 2019, ore 18.30
Ingresso libero

Via Garibaldi 74, Cagliari (primo piano, scale)
Giorni e orari di visita fino al 28 Settembre: Lunedì-Sabato, 10-13 / 17-20 (chiuso il 21)

In copertina: Foto in bianco e nero di Andrea Ferrero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...