5 FILM SULL’ARTE DA VEDERE DURANTE (E DOPO) LA QUARANTENA

Di Alba Panzarella

Tempo di Lettura: 2 minuti

Nonostante il tempo libero e gli infiniti cataloghi di film e serie tv dei servizi di streaming, non è difficile trovarsi senza idee su cosa vedere per una serata di relax da soli o un Netflix Party (rigorosamente a distanza). Ecco 5 titoli di film dedicati al mondo dell’arte, suggeriti dallo staff di Close-up Art!

I colori dell’anima – consigliato da Laura Carioni

Proviamo a fare un salto indietro nel tempo: nella Parigi degli anni Venti, nel quartiere di Montparnasse, vivace e popolato di artisti, si colloca il racconto della vita di uno dei più grandi pittori del secolo scorso. Amedeo Modigliani, interpretato da Andy Garcia, viene presentato prima della sua consacrazione a mito e genio artistico per cui lo conosciamo oggi, in un intreccio tra genio e sregolatezza, amicizie, tra cui quella con il fragile Utrillo, rivalità con Picasso e l’amore passionale e tragico per Jeanne Hebuterne, sua amata musa ispiratrice. In un racconto appassionatoe ricco di citazioni “I colori dell’anima” potrà darvi l’occasione di rileggere la vita di un artista insaziabile ed eternamente contemporaneo.

L’ultimo inquisitore – Consigliato da Silvia Diliberto

Nel film viene rappresentata la Spagna del 1792 in cui vive il pittore Francisco Goya. È un film costruito attraverso immagini forti, così come la pittura di Goya. Durante il film le opere dell’artista verranno prima messe in discussione dall’Inquisizione; in un secondo momento però ne usciranno illese, perché Goya gode già dei favori della corte. Punto focale del film è la ridicolizzazione dei criteri utilizzati dall’inquisizione e del concetto stesso di verità.

Woman in Gold – Consigliato da Giulia Di Piazza

Helen Mirren interpreta magistralmente la vera storia di Maria Altmann, ebrea ormai trapiantata negli Stati Uniti d’America che lotta incessantemente contro il governo austriaco per ottenere il ritratto che Gustav Klimt fece di sua zia: Ritratto di Adele Bloch-Bauer I. Il caso legale si protese per anni e arrivò addirittura alla Corte Suprema degli Stati Uniti, che sentenziò sul caso Repubblica dell’Austria vs Altmann. Inoltre viene affrontato un tema assai spinoso, ovvero quello delle migliaia di opere trafugate dai nazisti che ancora non sono state restituite ai legittimi proprietari.

Monument Men – Consigliato da Chiara Sandonato

Rimaniamo ancora nel reame della II guerra mondiale con Monument Men. George Clooney, con la sua squadra scelta di Monument Men, ha il compito di mettere in salvo dai nazisti opere d’arte dal valore inestimabile. L’arte diventa quindi un valore per cui sacrificarsi e rischiare la vita continuamente, anche e soprattutto durante un conflitto mondiale. La squadra di architetti, studiosi, curatori messa insieme dal team di Clooney cerca di salvare attraverso la propria astuzia il numero maggiore di opere e di riconsegnale a chi le possedeva una volta.

Lust for Life – Consigliato da Alba Panzarella

Se siete in vena di vedere un classico, Brama di vivere – tratto dall’omonimo romanzo di Irving Stone – è il film più adatto a voi. La vita di Vincent Van Gogh viene narrata in un incredibile turbinio di emozioni. Un dramma sicuramente romanzato, ma che trasmette le emozioni di un classico hollywoodiano. Con un Van Gogh “diviso tra genio e desiderio” e in una stupenda scenografia che ricorda le opere dell’artista, Lust for Life rappresenta il topos dell’artista “genio incompreso.

Credit

Credits copertina

Rispondi