ART SITE FEST: “MENDING THE WORLD”

Tempo di lettura: 2 minuti.

Dimore e residenze storiche della Regione Piemonte ospitano, dal 10 Settembre al 10 Novembre, la settima edizione dell’ ART SITE FEST: “MENDING THE WORLD” ovvero ‘rammendare il mondo’.

Alice Padovani - Chrysina detail 1. Palazzina di Caccia di Stupinigi.
Credit: Alice Padovani – Chrysina detail 1. Palazzina di Caccia di Stupinigi.

ART SITE FEST: “MENDING THE WORLD” è la kermesse di arte contemporanea, giunta ormai alla settima edizione, è l’espressione di un progetto nato dalla collaborazione di artisti, scrittori e studiosi e che vanta un programma pieno di iniziative come mostre, performance, incontri ed interventi d’arte site-specific, ovvero installazioni pensate e realizzate per adattarsi perfettamente ai luoghi che le ospitano.

ASF2020_4 Presentazione Hic Shunt Leones intervento di Elisa Bertaglia presso la Corte Medioevale di Palazzo Madama.
Credit: ASF2020_4 Presentazione Hic Shunt Leones intervento di Elisa Bertaglia presso la Corte Medioevale di Palazzo Madama.

Il tema dell’edizione di quest’anno, Mending the World, dice molto del periodo in cui stiamo vivendo e pone l’arte come strumento di riparazione delle rotture che l’uomo vive con la storia o i rapporti sociali o, ancora, con l’ambiente; l’idea del direttore artistico Domenico M. Papa e dell’Associazione Phanes, ideatrice del progetto, mette al centro l’arte come efficace strumento per il superamento delle distanze sociali.

ART SITE FEST Florentia Martinez - Home presso la Palazzina di Caccia di Stupinigi.
Credit: Florentia Martinez – Home presso la Palazzina di Caccia di Stupinigi.

L’iniziativa – Art Site Fest: Mending the World – si propone di incentivare la riflessione sulla cura che l’uomo dovrebbe avere verso il mondo che abita, inteso nella sua globalità, e dei tentativi che egli dovrebbe compiere per porre rimedio all’inevitabile frammentazione dell’esistenza; il concept di riferimento è all’antica tecnica giapponese del Kintsukuroi con cui i maestri artigiani ricomponevano i frammenti di oggetti utilizzando come legante l’oro o l’argento così da attribuirgli, oltre che nuova vita, un più alto valore attraverso l’esaltazione delle fratture che finiscono per diventarne elemento decorativo.

Per questo l’Art Site Fest vuole essere luogo in cui realizzare interventi d’arte che mirano a far riflettere lo spettatore, con l’obiettivo specifico di sperimentare una profonda relazione tra arte, identità culturale e produzione.

ART SITE FEST Daniela Conte - Fioriture presso il Castello Reale di Govone.
Credit: Daniela Conte – Fioriture presso il Castello Reale di Govone.

Le sedi che ospitano questa settima edizione sono il Castello Reale di Govone, la Palazzina di Caccia di Stupinigi, il Palazzo Biandrate – Museo Storico della Reale Mutua, la Scuola Holden, l’Archivio di Stato di Torino, Palazzo Madama di Torino ed il Museo Garda di Ivrea.

ART SITE FEST Agostino Arrivabene - Respiro della terra presso il Museo Garda
Credit: Agostino Arrivabene – Respiro della terra presso il Museo Garda

Il Festival vede inoltre la partecipazione di oltre venti artisti alcuni dei quali impegnati nell’esposizione delle proprie opere in mostre o con installazioni altri impegnati in eventi che si svolgeranno con la presenza del pubblico come nel caso degli incontri con gli scrittori o per le coreografie e i concerti; in ogni caso gli eventi si svolgeranno in assoluta osservanza delle norme sanitarie che diventano, giorno dopo giorno, sempre più stringenti.

ART SITE FEST Monika Grycko - Busto femminile presso la Palazzina di Caccia di Stupinigi
Credit: Monika Grycko – Busto femminile presso la Palazzina di Caccia di Stupinigi

Sul sito web dell’Art Site Fest potrete trovare, oltre che il dettagliatissimo calendario degli eventi, anche i materiali di preparazione agli stessi come immagini, interviste e progetti.

In copertina: Immagine di presentazione dell’Art Site Fest 2020: Mending the World. Credit.

Rispondi