AUSTRALIA: LA NATURA RINASCE DALL’INFERNO

Di Chiara Sandonato

Tempo di lettura: 1 minuto

Dopo giorni e giorni di immagini strazianti delle aree australiane colpite da incendi boschivi, finalmente alcuni segni di speranza.

Due fotografi locali si sono avventurati nei luoghi del fuoco per catturare le testimonianze visive di come la natura, nonostante i colpi subiti, abbia ancora la forza di riguadagnare i propri spazi e recuperare ciò che sembrava ormai perduto.

Foto di Murray Lowe

Il fotografo Murray Lowe ha pubblicato su Facebook una serie di scatti da Kulnara, sulla costa centrale del Nuovo Galles del Sud, ed è stato travolto dalla risposta positiva dei cittadini australiani, con oltre 38.000 condivisioni.

Anche senza pioggia, la vita esplode attraverso la corteccia bruciata dal cuore degli alberi e il ciclo vitale ricomincia.

La fotografa Mary Woorwinde ha raccontato di essersi addentrata nei boschi insieme ad un’amica, camminando per alcune ore, e di aver parlato con alcuni abitanti della zona, traumatizzati dalla ferocia dei primi incendi: i suoni così forti, l’intensità del calore, la potenza di taglio e la velocità del fuoco.

Foto di Mary Woorwinde

Malgrado i devastanti incendi che hanno colpito l’intera aerea, nei boschi si possono trovare finalmente nuovi segni di vita. Mary racconta infatti:

Mi sono sentita travolta dal modo in cui ho visto la natura riprendere vita dopo sole tre o quattro settimane. In realtà, ho provato un forte sentimento di speranza.

Foto di Mary Woorwinde

La sua speranza emerge attraverso le parole e, soprattutto, attraverso le sue delicate fotografie in cui la corteccia annerita e smantellata degli alberi sembra creare affascinanti sculture e da vita ad un contrasto armonioso con i colori vermigli della natura neonata.

In copertina: Foto di Mary Woorwinde

Rispondi