IL SOGNO FEMMINILE SI CHIAMA LOUBOUTIN

Di Paola Desiderato

Tempo di lettura: 2 minuti.

Le iconiche scarpe dalla suola rossa – e non solo quelle – sono al centro della mostra “Christian Louboutin: the Exhibition[ist]”: 30 anni di arte e moda, raccontati in dieci stanze al museo del Palais de la Porte Dorée a Parigi.

Bozzetto Courtesy of Christian Louboutin. Credit.

Capita che le donne facciano follie per le Louboutin. C’è chi ne compra decine e non le indossa neppure; chi come la scrittrice Danielle Steel ne ha 6000 paia; chi fa ore e ore di fila per farsi autografare la suola da Louboutin in persona. C’è perfino chi si copre di debiti per queste meravigliose creature..

Articolo di redazione di Vogue Italia.

Nel 1992 Christian Louboutin ha aperto la sua prima piccola boutique di scarpe a Parigi, dopo aver ceduto all’ossessione per le scarpe col tacco a spillo che lo aveva colpito già all’età di 12 anni.

Galeotto fu un manifesto, con su una scarpa stilizzata, che invitava le visitatrici a non camminare con i tacchi sui mosaici all’ingresso del Palais de la Porte Dorée, proprio dove oggi ha luogo la mostra che consacra le sue scarpe e il loro ideatore all’immortalità nella storia della moda. Nascerà così “Pigalle“, uno dei suoi modelli di scarpe più popolari.

Modello Pigalle di C. Louboutin. Foto di Jean-Vincent Simonet. Credit.

Da quel momento, le idee iniziarono a girare vorticosamente nella mente del giovane Louboutin, cosa che hanno continuato a fare per 30 anni di lavoro nella moda. La mostra parigina è il racconto di una storia d’amore e di duro lavoro creativo, dello shoe designer francese che ha fatto innamorare molte le donne e, perché no, anche alcuni uomini.

C. Louboutin © Pascal Le Segretain. Credit.

Christian Louboutin: the Exhibition[ist]

Palais de la Porte Dorée – 293 Avenue Daumesnil, Paris

Dal 25 febbraio al 28 luglio 2020

Info: Palais de la Porte Dorée.

In copertina: C. Louboutin in mostra a Palais de la Porte Dorée.Credit.

Rispondi