LA PAURA MANGIA L’ANIMA: LA BANDIERA DI RIRKRIT TIRAVANIJA NEL CUORE DI MILANO

Di Beatrice Giudici

Tempo di lettura: 2 minuti

San Paolo Converso, chiesa sconsacrata nel cuore della cittadina milanese, è oggi una kunsthalle aperta al pubblico. Capolavoro del manierismo lombardo, l’edificio viene sconsacrato nel 1808 per volere di Napoleone e da allora i suoi spazi hanno assunto molteplici volti, fino ad arrivare ad essere oggi una straordinaria location per eventi. Caratterizzata da due spazi espostivi, la chiesa si pone in netto contrasto al modello del white cube: straordinario gioiello barocco, i suoi interni sono infatti rivestiti dagli affreschi di Giulio e Antonio Campi.

Vincenzo Campi, Ascensione di Cristo (1588), chiesa di San Paolo Converso credit

In questa suggestiva cornice, Fondazione Converso, organizza performance ed eventi artistici volti a promuovere il dialogo tra arte e architettura, come dichiarato nella loro mission. La nuova identità artistica della chiesa trova radici nel 2014, quando Locatelli Partners affitta gli spazi per i propri uffici e in seguito, Alexander May istituisce Converso, il programma espositivo della chiesa.

Micheal Dean, The End, Foto di Locatelli Partners
Inge Mahn, The Snake, Photography by t-space studio. Courtesy of the artist

Uno dei loro ultimi progetti ha come protagonista Rirkrit Tiravanija e la sua bandiera La Paura Mangia l’AnimaFear Eats the Soul – apparsa lo scorso 3 marzo 2020. L’iniziativa prevede in tutto sei bandiere che verranno appese ogni due mesi sulla facciata della chiesa di San Paolo Converso. Così, l’artista newyorkese noto per i suoi lavori che ricercano l’interazione con il pubblico, dà vita a un progetto di propaganda culturale e socio-politica. La prima bandiera della serie è un riferimento al film cult del 1973 di di Rainer Werner Fassbinder, Ali: Fear Eats the Soul, racconto del fenomeno post razzista nella Germania degli anni Settanta.

Il titolo di questa prima opera non poteva essere più simbolico, giungendo in un momento storico così delicato in cui anche musei e istituzioni culturali vivono chiusure forzate, ma la bandiera di Tiravanija continua a sventolare alta per celebrare il potere dell’arte, rafforzandone il suo senso di condivisione e unione.

Lo scorso 2 maggio 2020, data in cui sarebbe dovuta cambiare l’opera, Fondazione Converso ne annuncia il prolungamento dell’esposizione fino al 4 luglio 2020. Così la bandiera dell’artista resta oggi appesa per ricordarci di non avere paura

In Copertina: Rirkrit Tiravanija, La Paura Mangia L’Anima (2020), veduta della mostra. Applicazione su singola facciata su base di nylon. Courtesy of the artist e Fondazione Converso. Credit

Rispondi